The USA vs John Lennon

usa vs john grandeTitolo originale: The U.S. vs. John Lennon. Regia: David Leaf, John Scheinfeld. Interpreti: John Lennon, Yoko Ono. Durata: 99 minuti. Origine: Usa, 2006.

 

Il titolo sembra, ma non è enfatico. Dalla fine degli anni '60, con l'aiuto dell'FBI, il presidente repubblicano Richard Nixon e i suoi più stretti collaboratori lo considerano una pericolosa calamita del voto giovanile nelle elezioni del 1972. Come tale lo trattano, cercando con ogni mezzo di diffamarlo e di espellerlo. Arricchito da materiali inediti provenienti dall'archivio privato di Yoko Ono, il documentario è intanto un appassionato ritratto ritratto biografico del cantante e chitarrista inglese J. Lennon (1940/8-12-1980), dall'infanzia già ribelle fino alla morte violenta. Concentrato nel decennio 1966-76, è poi una testimonianza su un periodo della storia interna degli USA che dà voce e immagini “all’America non integrata, alla volontà di antagonismo di chi non si riconosceva nell'amministrazione (prima di Johnson, poi di Nixon) impegnata a giustificare la propria presenza in Vietnam e il proprio interventismo guerrafondaio” (F. Pedroni). La struttura del film è tipica del documentario made in USA: materiale d'archivio montato con interviste. Vi prendono la parola gli attivisti radicali Angela Davis e Bobby Seale, i giornalisti Walter Cronkite e Carl Bernstein (quello del Watergate), il reduce pacifista Ron Kovic (Nato il 4 luglio), gli scrittori Gore Vidal e Noam Chomsky, i politici George McGovern, tre volte candidato democratico sconfitto alla presidenza, il governatore dello Stato di New York Mario Cuomo, funzionari dell'amministrazione Nixon e il ringhioso Edgar  G. Hoover, potente capo dell'FBI. Su tutti svetta il carisma di Lennon con le sue canzoni e l'accanita battaglia pacifista non violenta: Give Peace a Chance.

Un documentario che è insieme inchiesta giornalistica e ricostruzione storica. E se la prima ricostruisce passo dopo passo, grazie anche alla testimonianza dell’avvocato difensore Leon Wildes, la lotta durata cinque anni per evitare a John Lennon il processo di espulsione e fargli avere la Green Card, portando alla luce le tante contraddizioni e idiosincrasie della giustizia statunitense, è la ricostruzione storica di quegli anni a lasciare maggiormente il segno. E non solo per i filmati mai visti in questa ampiezza della luna di miele musical- pacifista di Lennon e moglie. O per la straordinaria efficacia della sua dialettica nel difendere i meriti e farsi carico dei limiti delle sue canzoni e dei loro messaggi. L’effetto emotivamente più forte il film lo raggiunge quando sa trasmettere, attraverso le immagini e le canzoni, la forza di un movimento che ha saputo intrecciare spirito libertario e contestazione politica, aspirazioni utopiche e rivendicazioni personali, guerra e sesso, musica e rabbia. C’è una differenza abissale con l’evoluzione che prenderà la contestazione politica in Europa e soprattutto in Italia e questo film, con la sua passione e il suo rifiuto di ogni ideologia, riesce a spiegarlo meglio di tanti saggi. Come sa fare perfettamente la parte finale del film, quando rivediamo la veglia funebre che si tenne a Central Park per onorare John Lennon, da poco assassinato sotto casa da uno squilibrato: quei volti dolenti e rigati dalle lacrime sono il ritratto perfetto di una generazione i cui sogni si sono rivelati troppo fragili per non accusare i contraccolpi del potere ma le cui idee si sono dimostrate sufficientemente ostinate per riuscire a crescere in molti altri cuori.
               
                                                                       Fonti: il Morandini, Zanichelli, 2000; Paolo Mereghetti, Corriere della Sera, 08/06/2007

Seguici

Orari degli uffici di segreteria

Gli uffici di segreteria sono aperti dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle ore 14.00

Dal lunedì al venerdì dalle ore 15.00 alle ore 18.00

Il ricevimento del pubblico si effettua ogni giorno dalle ore 09.00 alle ore 13.00

0721453136

0721414254

marconi@lsmarconi.it

PEC psps020006@pec.istruzione.it